Maestri Fiamminghi

Ciao, mi chiamo Nicolaas Rockox

Ti piacciono le perle architettoniche dei maestri antichi e contemporanei?

 

La Bruxelles di Bruegel in dieci luoghi essenziali

All'apice della sua carriera, Bruegel si trasferisce da Anversa a Bruxelles per essere il più vicino possibile ai suoi ricchi committenti. Uno di questi è con ogni probabilità il famoso Cardinale de Granvelle. Oltre ad essere un politico scaltro, è anche uno dei più grandi collezionisti d'arte del suo tempo.

All'epoca Bruxelles è già l'epicentro del potere politico. Dal 1515 diventa inoltre la città di residenza ufficiale di Carlo V. L'imperatore risiede nell'enorme Palazzo del Coudenberg, che si affaccia maestoso su Bruxelles. È possibile visitare ancora oggi i resti di questo edificio storico.
1. Per prima cosa, ammira i dipinti di Bruegel al Museo delle Belle Arti

Royal Museum of Fine Arts of Belgium, Brussels

Museo delle Belle Arti, Boulevard du Régent, Bruxelles

2. Visita quello che rimane del Palazzo del Coudenberg, dove soggiornò Carlo V: una meta ideale anche in caso di maltempo. Un percorso a misura di bambino garantisce il divertimento dei più piccoli.

Coudenberg Palace, Paleizenplein, Brussels

Palazzo del Coudenberg, Place des Palais, Bruxelles - © Instagram coudenberg - Sorgente

3. Scopri il centro storico. Il quartiere del Sablon si trova nella parte alta storica di Bruxelles. Nel XVI secolo, importanti famiglie nobiliari si stabiliscono nella parte alta del Sablon e nella Rue aux Laines: gli Egmont, i Culemborg e i Brederode. In seguito, faranno altrettanto le famiglie Lalaing e Thurn und Taxis. Il Sablon diventa così nel XVII secolo uno dei quartieri più aristocratici e prosperi della città. Forse è per questo che Bruegel allestisce il suo atelier di pittura nel quartiere. Nei fine settimana, non perderti il mercato dell'antiquariato (sabato dalle 9.00 alle 17.00, domenica dalle 9.00 alle 14.00).

Zavel, Brussels

Sablon, Bruxelles - © Visit.brussels - Jean-Paul Remy

4. Fermati al centro della Grand Place e osserva i diversi stili architettonici. La piazza, famosa per la sua ricchezza estetica e storica, è circondata dal municipio, dalla Maison du Roi e dalle numerose case delle corporazioni. La Grand Place di Bruxelles è considerata una delle piazze più belle del mondo. La pensava così anche il grande scrittore francese Victor Hugo, che un tempo vi abitò. La Grand Place di Bruxelles fa parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO dal 1998.

Grand Place, Brussels

Grand Place, Bruxelles - © Visit.brussels - Jean-Paul Remy

5. La chiesa di Nostra Signora del Sablon
La chiesa di Nostra Signora del Sablon è stata costruita in stile tardogotico nel XV secolo. L'imponente edificio è uno degli ultimi importanti esempi gotici della capitale. Nell'angolo tra coro e transetto, Frans von Thurn und Taxis (esponente di un'importante famiglia nobiliare) fece erigere una cappella sepolcrale dedicata a Sant'Orsola e ordinò una serie di quattro arazzi per decorare la cappella. Uno di questi può essere ammirato ancora oggi nel Museo della Città di Bruxelles, presso la Maison du Roi sulla Grand Place.

The Church of Our Blessed Lady of the Sablon, Zavelstraat, Brussels

La chiesa di Nostra Signora del Sablon, Rue des Sablons, Bruxelles - © Visit.brussels - Jean-Paul Remy

6. La Maison du Roi:
La Maison du Roi è attualmente un museo dedicato alla storia di Bruxelles. Contiene una vasta collezione di dipinti e sculture di diversi periodi, arazzi del XVI e XVII secolo, pale d'altare del XV e XVI secolo, modelli in scala (tra cui una mappa della città del XIII secolo), ma anche oggetti più recenti, come l'ampio guardaroba del Manneken Pis.


Brussels City Museum, Grand Place, Brussels

Grand Place, Bruxelles - © Milo Profi

7. La Cattedrale di San Michele e Santa Gudula con le vetrate di Bernard van Orley, importante pittore e disegnatore del Brabante, appartenente al Rinascimento nordico. Realizzò anche splendidi arazzi e vetrate artistiche.

Place Sainte-Gudule, Brussels

Place Sainte-Gudule, Bruxelles - © Milo Profi

8. Chiesa di Notre-Dame de la Chapelle
Visita la chiesa dove Bruegel si è sposato ed è stato sepolto. In seguito, esplora il vivace quartiere del Marolles, chiamato anche il quartiere di Bruegel. Qui potrai curiosare per ore nei numerosi negozi di antiquariato o visitare il mercato delle pulci che si tiene tutti i giorni in Place du Jeu de Balle.
Percorrendo la Rue Haute si giunge anche alla Casa di Bruegel (Rue Haute 132).

Place de la Chapelle, statue of Pieter Brueghel the Elder (Tom Frantzen 2015)

Place de la Chapelle, statua di Pieter Brueghel il Vecchio (Tom Frantzen 2015) - © Visit Brussels - Jean-Paul Remy 2017

9. Fai una passeggiata in direzione del  palazzo della Borsa, imponente edificio i cui protagonisti sono denaro e potere.

Place de la Bourse, Brussels

Place de la Bourse, Bruxelles - © Visit.brussels - Eric Danhier -2018

10. Ammira la collezione unica di arazzi del KMKG nel Parco del Cinquantenario.
All'epoca di Bruegel gli arazzi valevano più dei quadri.

Cinquantenaire Park, Brussels

Parco del Cinquantenario, Bruxelles

Anversa

Hai voglia di scoprire di più su Bruegel nelle Fiandre?

Visita il Museo Mayer Van den Bergh, con lo straordinario dipinto "Margherita la Pazza". Organizza la visita.

Bruegel, Dulle Griet

Bruegel, Margherita la Pazza - © Mayer van den Bergh

Gent

Visita il Museo delle Belle Arti, dove sono esposte opere di Pieter Bruegel il Giovane. Organizza la visita.

Museum of Fine Arts, Fernand Scribedreef, Ghent

Museo delle Belle Arti, Fernand Scribedreef, Gent

Bokrijk

Numerosi edifici, oggetti e curiosità che si trovano a Bokrijk sembrano essere usciti dalle opere di Bruegel. La grande mostra "Il mondo di Bruegel" (da aprile 2019), farà immergere i visitatori nella vita e nelle opere del grande maestro. A questo riguardo, è prevista una collaborazione con il Kunsthistorisch Museum di Vienna, che ospita la più grande collezione di Bruegel del mondo. Organizza la visita.

Bokrijk Open Air Museum, Bokrijklaan, Genk

Museo all'aperto di Bokrijk, Bokrijklaan, Genk

Le Fiandre sono bellissime.

Vieni con me a scoprire altre meraviglie della regione.

Il Barocco non è un movimento artistico. È uno stile di vita.

Chiedilo alle altre guide.