Cerchi una meta di viaggio che combini moda e cultura? Vieni nelle Fiandre.

Mi chiamo Venere. Il mio nudo è uno dei più belli che Pieter Paul Rubens abbia mai dipinto. Ti accompagnerò con piacere alla scoperta del programma dei Maestri Fiamminghi 2018 - 2020. Se ami il lifestyle, i luoghi romantici, i diamanti o il girl power, sono sicuramente la tua guida ideale.

Le Fiandre sono la mecca della moda e del lifestyle.

Lasciati sedurre.

Sono contenta di averti ispirato.

I miei colleghi hanno ancora molto da raccontarti.

Scopri il dipinto di Venere

Venus

Peter Paul Rubens, 'Venere Frigida' (1614) - © KMSKA, Anvers © www.lukasweb.be - Art in Flanders vzw - foto Hugo Maertens

Dipinto da: Peter Paul Rubens

Ciao, mi chiamo Venere. Sono la dea della bellezza, dell'amore e del desiderio...

Peter Paul Rubens mi ha portato al nord per realizzare questo dipinto. Lo ha intitolato "Venere Frigida". Infatti, faceva piuttosto freddo quando ha creato questo capolavoro. Sono abituata al mite clima mediterraneo della mia casa, l'isola di Cipro, al sud: è per questo che mi vedi tremare, esposta al gelo del paesaggio invernale. Anche il mio piccolo Cupido, accanto a me, sta cercando di riscaldarsi.

Un adagio classico recita; "Senza Bacco e Cerere, si raffredda Venere." Direi che è piuttosto vero. Abbiamo tutti bisogno di cibo delizioso, una bevanda calda e una camera da letto confortevole per riscaldarci in inverno, sbaglio? Ecco perché vedi un satiro, uno dei seguaci di Bacco, offrirmi la sua cornucopia piena di prelibatezze, per riaccendere il fuoco della vita.

Il dipinto è probabilmente uno dei più splendidi nudi di Peter Paul Rubens. A quell'epoca non era consuetudine posare nudi. Molti artisti hanna dipinto il mio corpo nudo, ma Rubens ha davvero superato se stesso. Mescolando tinte color carne con tonalità rosse, gialle e blu mi ha trasformato in una vera donna, in carne e ossa. Osserva attentamente, puoi scorgere i brividi che percorrono la mia spina dorsale. E, forse, noterai un po' di cellulite. Che dire, a quei tempi non usavamo Photoshop... e noi donne dovremmo essere fiere del nostro corpo!